Livia LazzariLivia Lazzari, Jewellery Designer

Voodoo design: faux bijoux dall’animo rude, selvaggio e ribelle…

Formazione: “Design del gioiello” IED (Roma); Central Saint-Martins College of Art & Design (London).Livia Lazzari

Caratteristiche del marchio: Il voodoo design nasce dall’esigenza di liberare il gioiello dalla accezione classica di oggetto prezioso, legata all’utilizzo di materiali nobili e costosi, attribuendo ad esso un nuovo carattere metropolitano, forte e ribelle.
L’idea che muove la creazione segue il solco della visione del design piu’ attuale dove l’unicità dell’oggetto risiede nella capacità creativa e realizzativa dell’uomo piu’ che nella rarità dei materiali.

Realizza: Le sue collezioni nascono da un mix di atmosfere tribali, storie di pirati, fascinazione per i riti sciamanici e un mood gotico: piume di pavone, teschi di resina osso e legno, aigrettes, ed altri materiali. Orecchini, collane, ciondoli, devant de corsage, bracciali, fabbricati a mano, realizzati con materiali naturali come il legno, osso, cuoio, pietre grezze e piume scovati in giro per l’Europa alla continua ricerca di nuove suggestioni e nuove ispirazioni.

[Not a valid template]

“10 domande per conoscerli”

Intervista breve a Livia Lazzari, Jewellery Designer creatrice di “Voodoo Design”.

Cos’ hai adesso ai piedi?
Un paio di all star tutte nere che ho comprato al liceo. Fedeli!
Affogato al caffè o cioccolata calda con panna?
Indiscutibilmente cioccolata con panna, mi raccomando che sia bella densa.
Le persone si dividono in?
False ipocrite e costruite e gente spontanea che si gode la vita.
Cosa stai leggendo?
Sotto paterno consiglio Anna Karenina di Tolstoj.
Se fossi un animale saresti?
Uno di quegli scoiattoli che si possono lanciare da un albero all’altro non so come si chiamano ma sono troppo simpatici.
A cosa pensi appena sveglia?
Spessissimo penso al sogno che stavo facendo, adoro sognare….
Zeppa o tacco a spillo?
Zeppa, con il tacco a spillo acquisti in sensualità ma perdi in simpatia perché sei troppo concentrata sul dolore!
Da dove ti trovi il mondo sembra…
Una jungla, si vedono solo alberi!
Cosa c’è sul tuo comodino?
Se i luoghi riflettono la personalità di chi li abita per quanto mi riguarda siamo messi male….il mio comodino, che non è un comodino ma uno sgabello per pianoforte riciclato, come la mia stanza è una montagna di vestiti, piume, ritagli di giornale e cartine dei cioccolatini….
Hai il potere assoluto per un giorno: la prima cosa che fai?
Eh, bella domanda….forse tornerei indietro nel tempo e cambierei qualcosina perché io non rifarei tutto quello che ho fatto!

SALUTACI… Grazie per aver apprezzato il mio lavoro! Au revoir!

< TORNA ALL’ELENCO

< VISITA IL SITO