Vanessa Foglia,  Abitart

Vanessa Foglia_Pietro_LucerniFormazione: campana di nascita e cittadina del mondo nei valori e nel rispetto delle tradizioni, si è formata nell’atelier di sua mamma Raffaella. È stata lei la sua “maestra” di vita e di creatività. Il suo atelier di 600 mq affacciato sulla Chiesa di San Carlo alle Quattro Fontane, era frequentato negli anni Settanta dalle signore più chic della Capitale. La sua sperimentazione fuori dal comune era conosciuta anche dai fotografi dell’epoca come David Hamilton e Aldo Falla, con cui collaborava. Nata tra cartamodelli, figurini e abiti da sposa, Vanessa ha sempre respirato Abitartl’aria dell’alta moda. La sua casa era frequentata dalle Sorelle Bandiera, dalle modelle e dai personaggi che sceglievano le creazioni Domitilla. Così frequentare il Liceo Artistico Sant’Orsola e poi la scuola d’oreficeria in via Sistina a Roma, è stato il passaggio più naturale che potesse avvenire nella sua formazione.

Caratteristiche del marchio: il marchio Abitart è una griffe di moda femminile; presenta capi fatti con la coscienza dell’artigianato. Hanno l’originalità dell’abito sartoriale (come faceva sua mamma), mantengono un forte carattere di femminilità pur cedendo ai ritmi dell’industria, ma senza perdere il fascino e la costruzione del capo tipico della filosofia dell’alta moda. 

Realizza: Abitart fornisce l’outfit completo, dalla scarpa alla borsa passando per il cappotto, i vestiti, le salopette, le gonne e i completi, le maglie ma anche le camicie, presenta tutto il guardaroba che può soddisfare le richieste di ogni donna.

[Not a valid template]

10 Domande per conoscerli

Intervista breve a Vanessa Foglia – Abitart

Che cosa ti fa uscire dai “gangheri”?
Cerco di mantenere sempre i nervi saldi… ma sentire parlare senza approdare al nulla e ascoltare parole condite da milioni di progetti che non si concretizzeranno mai per colpa della pigrizia umana, ecco, questo mi fa impazzire. Inizierei a urlare frasi del genere: “Ma perché mi fate sprecare i miei preziosi momenti!!!!

 Il miglior amico dell’uomo è…
È l’uomo stesso. Mi innamoro delle persone con l’animo nobile e starei ore, incantata, a guardarle…

Dandy, fatale o ironica?
Direi ego positiva…hahahah scherzo un’ironica dandy venuta da Marte.

Ti piacerebbe parlare di…
Passerei le ore a parlare di mio figlio Ivan: lui è il mio mentore, la mia luce, il mio amico, il mio tutto.

A quale donna ti ispiri?
Sicuramente a mia mamma. Lei ha lavorato con Federico Fellini, è stata premiata dalla Volkswagen come prima donna che conduceva un concessionario di macchine con eccellenti risultati. Dopo aver ricevuto questo riconoscimento, ha creato Domitilla, brend di abiti da sposa conosciuto a livello mondiale per i meravigliosi vestiti che lei creava… e tutto questo è di una bellezza e di un fascino eccezionale a tal punto che, quando ero piccola, la fermavano per strada per manifestarle bravura e stima… Che dire… Ho avuto una grande fortuna…

L’uomo giusto per te è…?
Mio marito. Ironico divertente serio caparbio e soprattutto del segno dei gemelli, quindi ho ‘due mariti in uno’, dipende da come si sveglia…hahahah.

Bistecca al sangue o torta alla panna?
Ummm Nutella allo stato puro!!!!!

Cosa faresti per il mondo?
Vorrei donare amore: è l’unica cosa che non si può comprare in questa era consumistica.

Un artista vero, è…
Chi non si auto definisce mai, per due motivi: primo, non è importante; secondo, non è lui che se lo deve dire…

Caro diario, oggi…
…è stata una splendida giornata, direi emozionante, sì, perché giovedì festeggio il compleanno del mio store in via Cola di Rienzo (188) a Roma, e sono in fibrillazione come una bambina al suo compleanno…

Vanessa ci saluti?
Vi regalo un sorriso condito da tanto colore, saporito di passione…con due gocce di pura essenza d’amore…