Giorgio ArmaniGiorgio Armani accetta di entrare a far parte della Camera Nazionale della Moda Italiana, dopo anni di rifiuto, ricevendo anche  il plauso di Lapo Elkan, fondatore nel 2007 assieme a Giovanni Accongiagioco e Andrea Tessitore, di Italia Independent. “E’ un bene per l’Italia, per lo stile italiano, per la moda italiana: non poteva che esserci”, ha commentato Lapo Elkann.

Jane-Reeve, 31gennaio365D, Ph Sham HincheyC’è da dire che la Camera Nazionale della Moda Italiana ultimamente ha preso in dovuta considerazione le indicazioni di Armani, come rinnovando in buona parte i vertici del consiglio direttivo, ad esempio con la nomina di Jane Reeve, Inglese ma italiana ormai d’adozione, come amministratore delegato (ufficialmente si insedierà all’inizio del nuovo anno) , di una istituzione che rappresenta buona parte dei protagonisti della moda italiana, aggiornando inoltre lo statuto dell’Associazione e coinvolto grandi nomi come Diego della Valle, Tod’s nel Comitato di presidenza e Renzo Rosso di OTB, tra i consiglieri.

Ora molti si spettano di vedere altri grandi nomi della moda italiana entrare a far parte della Camera della Moda Italiana come Dolce&Gabbana, e ci si auspica che Jane Reeve, futura CEO, riesca nell’intento.