di Michelle M. Kling Hannover

Milano: Vogue Fashion’s Night

La moda è un continuo miracolo fatto non solo di forme ,colori, effetti speciali, ma un cielo sereno dopo una serie di serate piovose supervisionava le scene che la Vogue Fashion’s Night offriva ai curiosi che affollavano le strade di Milano .

L’evento è stato festeggiato da quasi tutte le maison. La tournée, accompagnata da una mia collega assistente , è iniziata all’Accademia del Lusso , nostro quartier generale didattico, ma l’atmosfera di euforia giovanile ci ha portato a scoprire delle originalità come il body painting per finire con incontrare la versione maschile di Tavi Gavidson nella persona di un bambino fashion victim, aspirante a diventare il mini testimonial di Gucci.

Louis Vuitton ha tenuto a sviluppare il trend di quest’estate facendo diventare i pois un gioco di prestigio anche nelle figure di luci sofisticatamente reinventate. La famosa Maison ha offerto come sempre, in quella sera un’accoglienza dove la libertà d’espressione per gli ospiti ha fatto da cornice a un’ atmosfera tutta gentilezza felpata. Questa tappa obbligata ci ha permesso di giocare alle stylist degustando sottili ghiottonerie colorate in pieno relax.

La padrona di casa, Franca Sozzani percorreva le strade con l’eleganza che la contraddistingue tutta brillantemente di nero vestita e con capelli raccolti come una fata buona e saggia destinata con la bacchetta del fashion a portare positività e speranza ovunque.