Simone Pieri è a Londra per esporre i suoi 10 Art Works, nuove opere che potremmo definire delle pitto/foto, che compongono il progetto The Gaga Beard Artproject, un lavoro risultato della sua passione verso il mondo creativo della cantante Lady Gaga. Qui, lo potremo trovare sino al 20 aprile dove esporrà presso gallerie private di Notting Hill e Soho.

Giovane e promettente stilista romano, Simone Pieri, è noto anche per aver proposto sulla passerella di Alta Roma Alta Moda, una collezione ispirata e dedicata a Moira Orfei attraverso la quale non si smentisce proponendo abiti coloratissimi e dagli accostamenti azzardati con in primo piano l’immagine della notissima circense, indossati da altrettante svagate e anticonformiste modelle che hanno sfilato “divertendosi e scherzando tra loro”.

Indubbiamente è l’ironia che anche in The Gaga Beard Artproject, anima il lavoro di Pieri, tant’è che  ha coinvolto giovani uomini barbuti che ha prima fotografato in originali pose da dive consumate alla Lady Gaga, ed il risultato poi Simone Pieri - www.Giovanistilisti.itrivoluzionato dal suo estroso tocco di pittura che va dal fumetto al realistico, un modo questo per fondere assieme il concetto di realtà e di fantasia, elementi che ricorrono anche nella vita reale dello stilista e nei suoi abiti.
Simone attraverso questa contaminazione artistica vuole passare il concetto per il quale i desideri possono trovare riscontro senza alcuno stupore o discriminazione: quando il pensiero è affrancato la realtà non è poi così diversa dalla fantasia ed è bene che ognuno si possa sentire assolutamente libero di rappresentare se stesso così come sente di essere. Un mondo fantastico, appunto ma non per questo impossibile da realizzare.

Ma la progettualità di Simone Pieri va ben oltre, tanto che sta già pensando di creare una nuova collezione Street Wear , unisex, a tiratura limitata dove stampando e ricamando su tessuto le Opere del progetto The Gaga Beard Artproject , darà vita a t-shirt , giacchettini, felpe e gioielli (ovviamente tutto Made in Italy), trasformando così i ritratti in opere d’arte da indossare.

La location? Ma ovviamente anche questa sarà assolutamente fuori dagli schemi e dai luoghi comuni: saloni di barbiere! Qui non solo verranno esposti gli abiti, ma questi diverranno anche luoghi dove ci si potrà abbigliare secondo il canone Pieri, ovvero con tanta ironia e giocosità, prendendosi sempre molto sul serio!

di Teresa Mancini