1918, Parigi. La stilista francese  Madeleine Vionnet e l’artista futurista Thayaht si incontrano e nasce uno strordinario feeling, il cui risultato da oggi e fino al 25 febbraio, è sintetizzato nella mostra “Thayaht. Between art and fashion” al Museo Poldi Pezzoli di Milano, organizzata da Vionnet in collaborazione con la rivista W.

Thayaht. Between Art and Fashion61 bozzetti, mai esposti prima, che ci mostrano il frutto della stretta collaborazione tra Thayaht e Vionnet negli anni 1919-1925 dove l’artista, pioniere dell’industrial design, oltre a creare il logo della maison, si prodigò nel riportare su carta il lavoro della stilista che non amava disegnare ma creare direttamente i suoi abiti su un piccolo manichino, tramandando così ai posteri un lavoro che altrimenti sarebbe andato perduto. In quei cinque anni di collaborazione, Thayaht e Vionnet danno sfogo a tutto il loro estro creativo, manipolando le forme, miscelando i colori. Liberare il corpo e la materia dalle costrizioni, far dilagare il movimento e la fantasia, questo il lavoro dei due artisti che ha permesso a Vionnet di realizzare abiti che sembrano contravvenire alle leggi della materia.

Tagged with: